BIMBA ABUSTA DAL PRETE: TUTTI CHIEDONO L’APPELLO
2 Agosto, 2019
Sacerdote indagato per violenza sessuale nel Fiorentino, la Procura chiede il rinvio a giudizio
20 Ottobre, 2019
Mostra tutto

Spc denuncia i consiglieri leghisti per istigazione all’odio razziale

 

Il consigliere comunale di Firenze, Dmitrij Palagi di Sinistra Progetto Comune, ha denunciato i tre consiglieri Federico Bussolin, Andrea Asciuti ed Emanuele Coccollini della Lega per istigazione all’odio razziale. La denuncia è partita dopo l’omicidio del carabiniere Mario Cerciello Rega lo scorso 26 luglio, ferito a morte a coltellate da due cittadini statunitensi. Nelle prime ore dopo la morte di Rega, sui social, sono state diffuse false notizie riguardanti i presunti colpevoli, dando la colpa a due nordafricani. Palagi ha denunciato i tre consiglieri per aver pronunciato a caldo frasi che stabilivano un nesso tra immigrazione e criminalità.  Ne danno notizia i giornali locali. Il segretario provinciale della Lega Alessandro Scipioni dichiara: “Sono profondamente rammaricato dal fatto che il consigliere Palagi abbia preferito al confronto politico denunciare tre consiglieri comunali che, alla fine dei conti, avevano solo ed esclusivamente espresso un’opinione in un momento di grande sofferenza e choc per tutto il popolo italiano, come l’omicidio del carabiniere Mario Cerciello Rega. Io sono un convinto sostenitore della Libertà di opinione, ho sempre criticato la legge Fiano non perché condanna un regime, ma poiché tutti i regimi son nati dalla limitazione delle libertà individuali, in specie di libera manifestazione del pensiero. La mia cultura politica mi fa essere convinto che la magistratura di questo paese si rifiuterà di limitare la libertà di espressione dei consiglieri Asciuti, Bussolin e Cocollini, ai quali va tutta la mia solidarietà”. Cocollini (Lega): “Sbagliato rispondere alla politica con la magistratura” Queste le dichiarazioni del vicepresidente vicario del Consiglio comunale Emanuele Cocollini (Lega): “Alla politica si deve sempre rispondere con la politica. Ricorrere alla magistratura per contrastare dichiarazioni di esponenti politici non fa altro che delegittimare il ruolo delle istituzioni. Non è una questione di destra o sinistra, ma della salvaguardia degli equilibri costituzionalmente garantiti e della funzione della politica stessa. Per questo la denuncia presentata dal consigliere Palagi del gruppo di Sinistra Progetto Comune non fa altro che svilire il loro ruolo di rappresentanti dei cittadini. Spero che un giorno si possa finalmente giungere all’abolizione della legge Mancino che non ha fatto altro che creare uno strumento per cercare d’imbavagliare coloro che hanno il coraggio di esprimere posizioni considerate politicamente scorrette. Lo dico da uomo che ha grande rispetto delle istituzioni, che si è sempre battuto a difesa di Israele e che l’11 agosto ha partecipato alle celebrazioni per la liberazione di Firenze. Ho provveduto a dare mandato all’avvocato Francesco Stefani di ricorrere in ogni sede per tutelare la mia onorabilità e l’istituzione che ho l’onore di rappresentare. Esprimo la mia più totale solidarietà ai colleghi Bussolin ed Asciuti che si sono sempre caratterizzati per il profondo rispetto dell’avversario politico e delle istituzioni”.

from: Gonews.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *